PowerServer 2021 Beta Ends in   

Talk to an Expert

L'architettura delle Installable Cloud App

Perché scegliere PowerServer


  • Configura & Installa – Una volta che hai configurato un profilo PowerServer, il compilatore ti genererà automaticamente una Installable Cloud App, includendo le sue API REST e l'installer del client.
  • Funzionalità supportate – Utilizzando la PBVM, il client nativo di Windows è in grado di supportare direttamente ogni finzionalità di PowerBuilder, incluse le PFC. Solo un piccolo numero di funzionalità NON è supportato.
  • La stessa UI/UX – L'applicazione convertita ha lo stesso aspetto e funzionamento dell'applicazione originale PowerBuilder. Non ci sarà bisogno di fare imparare nuovamente agli utenti il suo funzionamento.
  • Installazione trasparente – Installa in maniera trasparente su dispositivi Windows senza avere i diritti di amministrazione cliccando semplicemente su un hyperlink oppure inserendo un URL. Si può anche creare un .MSI.
  • Auto-aggiornamento – L'applicazione client si aggiornerà da sola automaticamente e incrementalmente ogni volta che verrà lanciata. Non sono necessari passaggi ulteriori o azioni da parte dell'utente.
  • Creazione delle scorciatoie – Le scorciatoie sul Desktop e nel menu Start possono essere create automaticamente per agevolare l'accesso all'applicazione.
  • Autorizza il tuo accesso – Gli sviluppatori possono rendere sicure le tue applicazioni implementando sistemi di autenticazione/autorizzazione, come OAuth, SSO, Active Directory, etc. Approfondisci
  • Accesso ai dati protetto – Tutte le DataWindows e tutto lo SQL vengono eseguiti sul server dietro il firewall. Il client non ha più alcun accesso diretto al database, e la comunicazione con il server Web avviene via HTTPS.
  • Sicurezza incorporata –  Con pochi passaggi di configurazione puoi scoraggiare la modifica non autorizzata della tua app con il criptaggio, l'app signing, e l'app integrity checking. Approfondisci
  • Installazione flessibile dell'app – Puoi pubblicare un progetto PowerServer sul server direttamente da PowerBuilder, con un pacchetto d'installazione, oppure usandogli strumenti di CI/CD.
  • DevOps – PowerServer supporta i principali sistemi di source control, di automated building e di CI/CD, per rendere lo sviluppo più agile e più integrabile nelle regole del DevOps.
  • Container Technology – L'acrchitettura cloud-native di PowerServer significa che puoi sfruttare tutti i vantaggi del Cloud, incluso sfruttare la container technology per semplificare l'installazione della tua app e per adattare le risorse del server in base alle richieste.
  • Le competenze PowerBuilder – Manutieni le tue app principalmente con l'IDE PowerBuilder. L'unico codice C# necessario è la sicurizzazione delle API REST generate, cosa che viene implementata una singola volta per ogni appplicazione.
  • Design aperto – Tutto il codice C# generato segue un design aperto. Puoi visualizzare, modificare ed estendere facilmente il progetto sul server. Pui anche programmaticamente accedere alle API interne di PowerServer (funzione disponibile nella versione GA).
  • Riusa le DataWindows – Puoi condividere facilmente le DataWindow convertite con applicazioni non-PowerBuilder utilizzando le API REST. Infatti gli strumenti di SnapDevelop possono generare automaticamente queste API REST al tuo posto.

Converti la tua applicazione Client/Server in 5 step

Step 1 – Configura il profilo PowerServer nell'IDE PowerBuilder.

Crea il profilo PowerServer e segui le istruzioni per preparare alla pubblicazione l'intera applicazione.

Step 2 – Rimedia alle funzionalità non supportate e alle discrepanze, se necessario.

C'è solo una manciata di funzionalità non supportate e di discrepanze. Utilizza gli strumenti integrati per identificarte questi problemi e rimedia risolvendoli o creando dei workaround.

Step 3 – Compila e testa l'app nell'ambiente di sviluppo.

Testa adeguatamente la tua applicazione con vari strumenti e installala nel tuo ambiente di sviluppo. Il processo di installazione sarà ulteriormente migliorato al rilascio della versione GA.

Step 4 – Rendi sicure le API REST che hai generato con OAuth o con i JWT token.

Puoi seguire l'esempio proposto per rendere sicure le tue API REST utilizzando OAuth oppure JWT, o puoi implementare i tuoi propri schemi di sicurezza più elaborati.

Step 5 – Pubblica l'app testata e messa in sicurezza nell'ambiente di produzione.

Il processo di pubblicazione verrà migliorato ulteriormente nella versione finale di GA.

Prezzi

Licenze di Sviluppo

Incluse in PowerBuilder CloudPro

€1.415,00

Sviluppatore ∙ Anno

Licenze di Produzione 

Da 150 Sessioni Utente a Sessioni Utente Illimitate

€3.000,00-10.500,00

Sessione Utente ∙ Anno

FAQ

PowerServer è compatibile con dispositivi Windows 10 quali PC desktop, laptop, e tablet Surface. I dispositivi MacOS, iOS e Android non sono supportati: se avete bisogno di supportarli, potete usare gli strumenti di SnapDevelop per esporre velocemente le DataWindow come API REST, che possono essere utilizzate dalla maggior parte dei framework per UI mobile, quali ad esempio React, Xamarin, e Flutter.

PowerServer is compatible with PowerBuilder 2021 (CloudPro) and newer. If your app is currently in an older version of PowerBuilder, it is usually little to no work to upgrade to the latest version of PowerBuilder. Generally speaking, upgrading from PowerBuilder 10.x or newer should require no code changes.

PowerServer supporta la maggior parte dei database più diffusi, tra i quali MS SQL Server, Oracle, SAP SQL Anywhere, SAP ASE, etc. Per saperne di più

PowerServer utilizza un'architettura cloud-native invece di eseguire istanze multiple di una applicazione client/server. La sua architettura cloud-native si fonda su ASP.NET Core, ha un design prevalentemente stateless, supporta le API REST, può essere installato nativamente su piattaforme cloud, e via di seguito. Perciò PowerServer offre una più elevata scalabilità, una sicurezza più solida, una interoperabilità maggiore, ed è privo delle tipiche limitazioni e problematiche delle tecnologie di remote desktop/VDI.

Anche se PowerServer esegue la logica dell'accesso ai dati sul middle tier utilizzando C# e ADO.NET, non è una soluzione di code conversion: se hai necessità di convertire il tuo codice in C#, ti raccomandiamo di provare PowerScript Migrator.

Lo sviluppo e la manutenzione viene fatta nell'IDE PowerBuilder, sfruttando i tuoi normali e consolidati skill PowerBuilder.
Si consiglia di fare riferimento alla documentazione per conoscere nei dettagli i requisiti dell'ambiente software per quanto riguarda il client, il middleware ed i database.

PowerServer viene proposto secondo due modalità: sottoscrizione e licenza perpetua.

  • Una licenza in sottoscrizione permette l'uso di PowerServer, gli aggiornamenti di versione, i bug fix ed il supporto tecnico di primo livello per l'intera durata del periodo di sottoscrizione. Se la tua sottoscrizione scade, le tue app pubblicate con PowerServer smetteranno di funzionare dopo 7 giorni dalla scadenza. Puoi riattivare la tua sottoscrizione in qualsiasi momento acquistandone una nuova al prezzo corrente.
  • Una licenza perpetua permette l'uso di PowerServer "in perpetuo". Lo Standard Support plan permette di fare update di versione, bug fix e di fruire del supporto tecnico di primo livello per tutta la durata del periodo di supporto. Le app pubblicate con PowerServer continueranno a funzionare anche con lo Standard Support scaduto. Lo Standard Support è obbligatorio per il primo anno ed opzionale, ma caldamente raccomandato, per gli anni successivi.

Si. Sia le licenze in sottoscrizione che quelle perpetue richiedono che le app PowerServer siano installate in un ambiente dotato di connessione Internet. Contattaci via email all'indirizzo mktg@softpi.com se il tuo server non ha una connessione ad Internet.

Una Sessione Utente è una singola instanza di una Installable Cloud App. Se un utente esegue due applicazioni, verranno considerate come due Sessioni Utente.

PowerServer 2021

Il modo più veloce in assoluto per portare la tua applicazione client/server nel Cloud con un'architettura cloud-native.